Skip links
Acido Salicilico

Il principale alleato per la cura di diversi problemi della pelle

Acido Salicilico

Il principale alleato per la cura di diversi problemi della pelle

Sostanza naturale dalle mille proprietà benefiche, l’acido salicilico è uno dei principali alleati per la cura di diversi problemi della pelle.
L’acido salicilico è una sostanza presente in natura in molti vegetali ed è estratta dal salice bianco e dalla spirea ulmaria dove si trova in alte concentrazioni. È un ormone vegetale che interviene in molte funzioni vitali delle piante influenzandone processi di crescita e sviluppo. Utilizzato in campo medico per tanti anni, oggi se ne sfruttano anche le sue proprietà benefiche per la pelle.

Le proprietà dell’acido salicilico sono note da secoli: a partire dall’Ottocento estratti di salicina, glicoside composto da acido salicilico e glucosio, sono stati usati come antinfiammatorio. Un derivato dell’acido salicilico, per esempio, è l’acido acetilsalicilico, meglio noto con il nome di Aspirina.

L’acido salicilico ha quindi proprietà antinfiammatorie, antipiretiche ma anche cheratolitiche. Per questo viene impiegato anche nel trattamento della psoriasi e delle smagliature.
Sostanza naturale dalle mille qualità e proprietà benefiche, l’acido salicilico rappresenta uno dei principali alleati senza rischi per la cura di diversi problemi della pelle: trattamenti a base di acido salicilico vengono efficacemente e comunemente utilizzati per eliminare verruche, combattere le imperfezioni, ridurre l’acne, rendere antisettici i dentifrici e per conservare più a lungo e in modo sano i cibi.

L’acido salicilico viene molto usato per le sue proprietà batteriostatiche e lenitive: la sostanza penetra velocemente nelle lesioni infiammate attenuando l’infezione e rendendo più rapidi i tempi di guarigione. In commercio esistono prodotti che contengono percentuali adeguatamente calibrate di acido salicilico, in modo tale da sfruttarne tutti gli effetti benefici scongiurando la possibilità di qualsiasi problema di sensibilizzazione legata a un suo uso eccessivo.
Ma per cosa può essere usato l’acido salicilico? Grazie alla sua azione cheratolitica, l’acido salicilico diventa un aiuto dermatologico perfetto perché permette di distaccare le cellule dello strato più esterno della cute, definito “strato corneo”, rimuovendo la cosiddetta pelle morta. Poiché gli strati più profondi del derma non sono cheratinizzati, l’acido non li intacca in quanto interagisce esclusivamente con gli strati di cheratina. Anche i dermatologi professionisti utilizzano l’acido salicilico in concentrazioni ben calibrate per determinare un’esfoliazione degli strati più superficiali della pelle, lasciando affiorare una cute nuova, liscia e levigata. In passato è stato utilizzato anche contro la gotta e contro i reumatismi, ma la sua fascia d’applicazione più attiva ed efficace è senza dubbio quella cutanea.

Per i problemi cutanei, per la comparsa di macchie cutanee gravidiche e per mantenere l’effetto di una pelle levigata e setosa è consigliato un peeling a base di acido salicilico a settimana: il peeling è infatti utile nei casi di pelle impura, con produzione di sebo in eccesso e pori dilatati, in quanto sfrutta gel esfolianti capaci di agire sui punti critici mediante la liberazione dei pori.

L’acido salicilico per il viso può essere quindi ampiamente utilizzato per trattare molte imperfezioni. Grazie alla sua azione purificante e antibatterica è particolarmente indicato nel trattamento dei punti neri.

Leggerezza, respiro profondo,

relax